COMUNICATO STAMPA

COMUNICATOSTAMPA

 A solo una settimana dalla chiusura dei Centri Interculturali dove 300 nostri bambini e ragazzi resteranno per strada, con 300 famiglie, insegnanti e operatori socio sanitari che ci stimano e hanno bisogno di noi, il Coordinamento di Armadilla, Celioazzurro, Nessun Luogo è Lontano e Zero in condotta, revoca la propria manifestazione indetta per martedì 13 ottobre in cui i ragazzi e i bambini dei Centri avrebbero restituito a Marino, in segno di protesta, l’incarico di Ambasciatori di Cittadinanza che il Sindaco stesso aveva loro dato il 21 Marzo scorso.

La revoca è dovuta esclusivamente al precipitare degli eventi in Campidoglio che ha condotto alle dimissioni del Sindaco e alla inevitabile trasformazione della piazza in un terreno di scontro politico legittimo ma del tutto incompatibile con la presenza dei nostri bambini e ragazzi.

Non manifesteremo non tanto e non solo per motivi di sicurezza ma per la responsabilità che abbiamo nel tenere distinti i piani di una protesta di MINORI da quelli di uno scontro di tipo politico.

La nostra lotta proseguirà più risoluta di prima, scriveremo e chiederemo udienza a chiunque abbia conservato un ruolo in questa amministrazione, faremo ogni tipo di protesta legale per ricordare alla amministrazione capitolina, al sindaco, all’assessore competente, che hanno ancora venti giorni di affari correnti, di avere un soprassalto di dignità e far proseguire i servizi, arrivando, nel più breve tempo possibile, agli agognati bandi che chiediamo dal 2010.

A Sua Eccellenza il Prefetto Gabrielli, chiederemo, da oggi direttamente, di ascoltare le nostre ragioni e quello che abbiamo da dirgli. Tra una settimana i Centri chiuderanno e quei trecento bambini sono suoi concittadini e suoi amministrati. Siamo certi che vorrà ascoltarci!

Riferimenti:

Fabrizio Molina 339 2156772 Vincenzo Pira 339 186 5279 Massimo Guidotti 339 235 7198 Anna Aluffi 366 523 1591