Zero in Condotta header

L’impatto dell’apprendimento a distanza sugli studenti

Dopo quasi un anno e mezzo di interruzione dell’attività scolastica a causa della pandemia COVID-19, la maggior parte degli studenti è tornata alla scuola tradizionale di persona nell’autunno del 2021. Tuttavia, molti genitori si chiedono quale sia stato l’impatto dell’apprendimento a distanza e/o ibrido sui loro figli.

Che cosa ci ha lasciato?

È importante ricordare le sfide straordinarie che molti studenti hanno affrontato durante la didattica a distanza, tra cui la malattia dei familiari, la perdita del lavoro, l’insicurezza finanziaria, lo stress cronico e l’incertezza, la perdita della normalità e la perdita di attività e legami sociali. Le scuole, gli insegnanti, i genitori e gli studenti hanno dovuto fare i salti mortali per capire come “fare” scuola in quarantena. Quindi, ogni successo scolastico durante lo stress di una pandemia dovrebbe essere celebrato.

Un campo di gioco diseguale

Le disparità nell’alfabetizzazione digitale e nell’accesso online tra studenti, insegnanti e genitori hanno fatto sì che alcuni ragazzi si trovassero di fronte a grossi ostacoli per iscriversi alle lezioni. Ad esempio, molti ragazzi non avevano la connessione Wi-Fi o un computer, oppure dovevano condividere un dispositivo con fratelli o genitori. Il timore è che queste disparità aggravino il divario di apprendimento tra gli studenti svantaggiati. Alcuni genitori erano meno attrezzati di altri per aiutare i figli a studiare. Molte famiglie avevano bisogno di ragazzi più grandi per assumersi maggiori responsabilità domestiche o trovare un lavoro.

Vantaggi e svantaggi

Certo, alcuni studenti hanno avuto successo con l’apprendimento a distanza, in particolare quelli che imparano in modo indipendente e autonomo. Tuttavia, i dati indicano chiaramente che molti hanno faticato e sono rimasti indietro. Molti ragazzi che non hanno avuto successo con l’apprendimento a distanza hanno sperimentato una serie di effetti accademici, mentali e fisici. Per alcuni studenti, questi problemi possono essere di breve durata. Altri possono continuare a risentirne anche dopo il rientro nelle aule fisiche. Ricordiamo che per situazioni particolari la didattica a distanza 2022 è rimasta in vigore.

Studenti di tutte le età

Questi effetti sembrano riguardare tutti, dai bambini in età prescolare agli studenti universitari, con forti disparità in base a razza, classe, reddito, differenze di apprendimento e altri fattori. Uno studio ha rilevato che, mentre il 13% degli studenti universitari in generale ritardava il conseguimento della laurea, questo spostamento ispirato dalla pandemia era del 55% più probabile negli studenti a basso reddito. La preoccupazione è che questi studenti possano non avere mai la possibilità di terminare la loro istruzione.

Liberamente tratto e tradotto da https://www.verywellfamily.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.